Riflettendo sul ruolo

I-L- R-U-O-L-O

…che se provi a sillabarlo, la lingua ti si ingarbuglia tra la “U” e la “O”…

…che se sei “libero“, non puoi andare al servizio…

…che se sei “figlio unico viziato“, è colpa dei tuoi genitori che ti hanno fatto mancare una cosa preziosa come un fratello e compensano con mille regali…

…che se sei “secondogenito“, facendo i capricci e frignando un po’ ottieni tutto, tanto le colpe ricadono sempre sulla sorella maggiore…

…che se sei “controfigura“, ti toccano le scene pericolose o di nudo…

…che se sei “marito“, sei il coniuge di sesso maschile in una coppia matrimoniale

…che se sei “segretaria“, sei l’assistente del direttore, ma se sei “segretario” sei il leader di un partito…

…che se è il “primo appuntamento“, al massimo ti potrà dare un bacio quando l’accompagnerai  sotto casa…

… che se non ti fa salire a casa, bestemmierai contro di lei tutta la notte, ma se ti farà salire, l’etichetterai come “ragazza leggera” e quindi da non sposare…

… che se sei “Cenerentola“, sei esile e servizievole, mentre se sei “La Sirenetta” sei bella e coraggiosa…

…che se sei figlio, tuo padre ha sempre ragione…

…che se sei alunno, devi sempre rispettare la maestra Maria…

…che se dopo anni però la incontri in palestra la maestra Maria, puoi darle del tu, mentre vi scatenate al corso di zumba,

…che se sei amica, non ti tromba, ma se ti ha appena conosciuto al bar, con due drink e due battute ti riesce a portare a casa sua anche stasera…

…che se oggi sei la sua fidanzata, lui è il tuo tesoro, ma se domani ti lascia, è un deficiente, sfigato e irrisolto…

…che se vi state frequentando da qualche mese, e ancora non gli hai detto che gli vuoi bene, entra in paranoia perché non gli dai sicurezza, ma se state insieme da 10 anni e ancora non ti ha proposto di andare a convivere, sbagli tu che gli metti pressione e non lo capisci…

…che se nella squadra di calcetto sei l’unico senza tatuaggio, ti senti sfigato, ma se per acquistare fiducia in te stesso ti prendi di coraggio e ti tatui un bel tribale sulla spalla, è la volta che in famiglia ti trattano come un insicuro che segue il gregge senza una sua personalità…

…che se hai un accento dell’est, sei extracomunitaria venuta a fare la badante, e se hai un accento sudamericano, sei un latin lover che passa il tempo a ballare la rumba e a farsi mantenere da qualche donna facoltosa…

…che se sei single e ti iscrivi al corso di salsa, sei una donna a caccia, perché è impensabile che tu, proprio ora che ti sei lasciata con il fidanzato “palo-di-legno-senza-ritmo“, abbia deciso di dare spazio alle passioni precedentemente trascurate…

…che se sei l’assassino, non devi fare l’occhiolino al commissario…

…che se hai le spalle larghe sei protettivo e rassicurante, se non guardi negli occhi menti o sei timido, se ti tocchi la pancia quando parli sei un cenestesico….

UN MONDO SENZA RUOLI: ANARCHIA PURA O LIBERA E SPONTANEA ESPRESSIONE DI SE’?

[canzone di sottofondo: Il mio ruolo – Afterhours

Una serata da sogno

E un giorno decidi che è arrivato il momento di provare una cosa nuova (a settembre-ottobre di solito), e dopo i corsi serali di lingua, il corso di boogie-woogie e quello di capoeira, decidi di metterti in gioco per l’ennesima volta e scegli:

quest’anno sarà TEATRO!

E’ andata così ad ottobre del 2011 ed il risultato a distanza di un anno è stato:

  • un gruppo affiatato di persone diventate care… anzi preziose,
  • insegnanti pazienti e brillanti che riescono a fare uscire dal tuo ventre la vibrazione che muove l’anima,
  • la scoperta che il tuo corpo e la tua voce possono esprimersi in mille modi diversi,
  • una lezione-aperta presso il giardino della scuola che ci ha fatto ridere a crepa pelle, tra simulazioni di lezioni di fitness alla Virgin, ospizi per anziani e discoteche trash per mostrare le diverse velocità che muovono le persone, le situazioni, gli stati d’animo;

e dopo un anno: IL SOGNO che si realizza.

Questa volta gli ingredienti sono stati:

  • amore, affettività, supporto e grinta,
  • Shakespeare e Cappuccetto rosso,
  • teli, fiori, parrucche e ghirlande di tutti i colori,
  • pizza, pizza, pizza tutte le sere dopo le prove,
  • DYNAMO CAMP e la sua collaborazione per andare al Teatro Puccini,
  • un’attrice-scenografa-costumista-truccatrice d’eccellenza,
  • un fotografo doc che ci ha regalato una gallery da sogno!

e se vi ho fatto venire voglia, la compagnia si chiama Centrale dell’Arte! e ad ottobre riaprono i corsi! 😉