Quando un libro ti chiama

Lo dico da tempo ma tutte le volte che mi capita mi stupisco come la prima volta. 

I LIBRI TI CHIAMANO.

È come se si accendesse un piccolo led nella tua libreria oppure una leggera scossa lo facesse avanzare nella mensola. Ma ad un certo punto lo noti.

È lì che ti dice: Scegli me, scegli me!

Per tre mattine distrattamente di corsa ho infilato in borsa un libro a caso perché: 

Forse è arrivato il suo momento! con Cinque inviti. [Ma non lo era neanche stavolta].

Vediamo che gli passa per la testa! con Diario di un seduttore. [Ma ricalcare con la matita le stesse frasi sottolineate 10 anni fa mi aveva annoiato presto].

Lo rileggo ché mi era piaciuto e non me lo ricordo con L’enigma dei tre omini. [Ma poi in treno avevo trovato compagnia e l’avevo rapidamente chiuso e mai riaperto].

E poi mercoledi mattina dopo colazione  ci riprovo.

Torno davanti a quello scaffale. Oscillo da sinistra a destra.
Click. Il
 led.
Tac. La scossa.

E tu? da dove spunti? penso, quando lo afferro e lo apro. Dentro ha un segnalibro della Mondadori di Corso Mazzini a Catanzaro.

…Uhm, un regalo forse? Non ha dedica. “Nick Hornby” ma dai… quello che NON ha sposato Simonetta Agnelli come credevo… vabbè, proviamo.

È così che ho cominciato Alta Fedeltà.

635824C7-D063-46EC-88BD-4C63B6BA86AE
Oggi sono al giorno Ventitré (per chi non si ricorda la divisione in capitoli, sono oltre la metà!).

Vivo momenti Amarcord pensando alla segreteria telefonica, al Lato B delle musicassette, ai biglietti d’auguri spediti per posta. E intanto alterno la lettura all’ascolto di una playlist su Spotify di qualcuno che mi ha anticipato e ha raccolto tutti i brani citati nel libro.
Rifletto sulle personalità amare, sulla musica che ti può cambiare l’umore e persino il carattere, sui punti di vista di una stessa storia, sulle relazioni prima dei social, sul tempo che a volte è giusto, altre volte ti fotte, a volte lo insegui, altre lo superi.

È da stamattina che tiro corto al telefono o su whatsapp perché voglio sapere come andrà a finire.

Ma fra poco dovrò uscire. Domani ho una festa di compleanno in costume.

Tema: anni 70-80-90.

È dura notare che dovrò pensare a come mi vestivo da adolescente per trovare un costume in maschera…

Bè, ecco per fortuna che mi ha chiamato  Rob e ci siamo fatti compagnia 😉

Annunci

One Reply to “Quando un libro ti chiama”

  1. Sono contento che ti piaccia Hornby. Lessi Alta Fedeltà più di quindici anni fa e fui affascinato dalla “colonna sonora” del romanzo e della “misura” dei momenti cruciali della vita in “top five” e da allora ho amato Nick e le sue opere. Ti consiglio di leggere “Come diventare buoni” e “Non buttiamoci giù”, oltre al famosissimo About a boy da cui hanno tratto anche un film.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...